Cristiano Ronaldo, è psicosi collettiva fra i tifosi

Cristiano Ronaldo, è psicosi collettiva fra i tifosi

Minervino Buccola
Luglio 10, 2018

Nonostante la società bianconera sia più avanti nella trattativa, gli inglesi sono al lavoro per trovare la formula giusta per convincere il Real Madrid e il calciatore, dal momento che i Diavoli Rossi non avrebbero problemi a garantire i 30 milioni di euro annui richiesti dal portoghese. Il colloquio tra Florentino Perez e Jorge Mendes ha in pratica sancito il divorzio tra il giocatore e la Casa Blanca e il presidente ha posto un'unica condizione per l'abbassamento della clausola a 100 milioni: dev'essere Ronaldo a presentarsi davanti ai microfoni per annunciare la volontà di lasciare Madrid.

Basta osservare i Trend di Google e l'andamento dell'interesse riferito a termini come Cristiano Ronaldo, CR7 e Juventus. Il modulo cucito su misura da Zidane nell'esperienza madridista, un 4-3-1-2 nel quale Benzema faceva il lavoro sporco e CR7 era il vero realizzatore, è improponibile per l'attuale Juventus, e così dovremmo abituarci a vedere un Cristiano Ronaldo centravanti in un 4-3-3.

Dicono che Cristiano Ronaldo per la Juve sarebbe ciò che Maradona è stato per il Napoli. Sono tante le vociche si rincorrono sotto la Mole, dove la trattativa del secoloper l'acquisto del giocatore sta facendo sognare il popolobianconero. Mendes nei giorni scorsi, sempre su Record, ha detto che se Ronaldo andrà via "sarà solo una nuova fase e una nuova sfida nella sua brillante carriera". Come il plotone di steward che sarebbe stato precettato e messo in allarme già dal primo pomeriggio di oggi per un'eventuale arrivo del Galatticos al J-Mediacal per le visite. E stavolta #finoallafine più che un hashtag è una speranza che si chiama Champions League.