Migranti: Fico, no a politica Austria

Migranti: Fico, no a politica Austria

Prospera Giambalvo
Luglio 9, 2018

"Li abbiamo elaborati - ha evidenziato - e finalmente ho presentato la delibera sui vitalizi che fa risparmiare circa 44 milioni di euro all'anno, che significa che in circa due legislature si risparmiano circa 500 milioni di euro".

Fico riconosce che in molte situazioni "lo Stato è assente", ad esempio quando dovrebbe essere "più forte è radicato in quei quartieri dove si sono vinte battaglie contro la camorra". "E' una politica che non va bene - ha risposto Fico - e che va cambiata".

"I rapporti tra Italia e Federazione russa vanno improntanti al dialogo e alla cooperazione - dichiara il Presidente Fico - In questo contesto possono giocare un ruolo decisivo le relazioni tra i rispettivi parlamenti che possono per loro natura consentire di approfondire meglio il merito delle questioni. La legge è chiara e le commissioni territoriali faranno il loro lavoro".

Fico ha anche parlato di immigrazione e dal palco del Festival di Polignano a mare ha rievocato le parole del Capo dello Stato che poche ore prima aveva definito irrazionale la chiusura dei confini: "Io condivido pienamente quello che ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e credo che l'Austria non può pensare di chiudere le proprie frontiere".

Con un duro documento in nove pagine l'Associazione degli ex parlamentari ha diffidato l'Ufficio di presidenza (e uno a uno tutti i suoi 18 membri, personalmente individuati) dal deliberare i tagli dei vitalizi degli ex deputati, in quanto "incostituzionali, illegittimi e illegali". Il secondo intervento è del presidente della Cooperativa Dedalus (che opera proprio a Porta Capuana), che riferisce dell'ottimo lavoro svolto in questi anni con tantissimi giovani, partenopei e non.