Traffico di beni archeologici siciliani: 23 arresti, recuperati oltre 3mila reperti

Traffico di beni archeologici siciliani: 23 arresti, recuperati oltre 3mila reperti

Prospera Giambalvo
Luglio 5, 2018

L'operazione internazionale è eseguita con il coordinamento di Europol ed Eurojust.

I carabinieri del Nucleo tutela patrimonio culturale hanno arrestato 23 persone tra Italia, Regno Unito, Germania e Spagna, con l'accusa di traffico di reperti archeologici dalla Sicilia in tutta Europa. Gli indagati sono stati ritenuti responsabili, a vario titolo, d'aver fatto parte di un'associazione per delinquere transnazionale dedita al traffico di reperti archeologici provento di scavi clandestini in Sicilia. I particolari dell'operazione saranno resi noti nella conferenza stampa che si terrà oggi, alle 11 presso la procura della repubblica del tribunale di Caltanissetta. L'inchiesta, denominata Demetra, era stata avviata nel 2014.