Tonica la borsa di Wall Street

Tonica la borsa di Wall Street

Bruto Chiappetta
Luglio 5, 2018

Gli investitori oggi non potranno contare sulla bussola di Wall Street, chiusa per la Festa dell'Indipendenza. Qualche segno di distensione arriva dalla Cina, che alza un pochino il valore della propria valuta per non sfruttarla strategicamente contro i dazi doganali di Trump. Milano perde ora lo 0,40% (16:30 CEST), Londra lo 0,30%, Parigi gira sulla parità, Francoforte va giù dello 0,39% e Zurigo mostra invece un positivo dello 0,42%. Sui livelli della vigilia il Nasdaq 100 (+0,16%); in moderato rialzo lo S&P 100 (+0,31%). Chiusura negativa anche per Tokyo, con il Nikkei a -0,31%, anche se il Topix ha chiuso positivo dello 0,03%. Ancora giù Hong Kong, dell'1,06%. Lo spread tra Btp e Bund tedeschi scende a 234 punti base, con1 rendimento decennale al 2,65%.

Sul fronte macreoconomico si è segnalato l'indice Markit Pmi relativo ai servizi in Giappone che è salito al 51,4 a giugno dal 51 di maggio. Segnali di rafforzamento anche dalla Cina, dove a giugno l'indice stilato da Caixin/Markit relativo al Pmi dei servizi è salito a 53,9 punti dai precedenti 52,9 di maggio, battendo le attese di 52,7 punti. Euro stabile a 1,16 dollari. Maglia nera del listino principale per Moncler che lascia sul terreno il 3,62%, in rosso Stm -2,98% ed Exor -2,05%, flessione intorno a due punti percentuali per Prysmian e Cnh Industrial.