Nazionale, Mancini:

Nazionale, Mancini: "Solo il Brasile è superiore a noi"

Minervino Buccola
Luglio 5, 2018

Mentre i Mondiali di Russia proseguono cresce ovviamente per i tifosi italiani il rammarico di non aver potuto vedere la Nazionale azzurra giocarsi le proprie carte nella rassegna iridata. La disamina sul Mondiale di Roberto Mancini lascia ben sperare per il futuro della Nazionale. "Sono tutti a disposizione della Nazionale, avremo la possibilità di fare diverse scelte e di avere una rosa molto variegata".

Interpellato ieri nel programma televisivo Mediaset 'Balalaika', Mancini ha anche parlato dei giovani talenti che potranno essere decisivi nel prossimo biennio: "I nomi di giovani che saranno presenti all'Europeo?"

"Ai prossimi Europei punto su Chiesa, Caldara, Pellegrini e uno fra Donnarumma e Meret". L'eliminazione è stata devastante ma i giocatori che abbiamo sono giovani e bravi. Dobbiamo avere entusiasmo perché quello che è successo quest'anno non deve più accadere. La mia speranza è che possano giocare tutti con continuità per crescere molto da qui a due anni. Io ho trovato giocatori molto disponibili.

Per riscattare la cocente delusione della mancata qualificazione ai Mondiali, Mancini punta a brillare nei prossimi Europei: "Penso agli Europei". Di certo Mancini è felice del suo attuale lavoro: "Fare il C.T. è la responsabilità più importante della mia vita?" Porte aperte a Daniele De Rossi che ha dato la disponibilità a restare in azzurro "Dobbiamo qualificarci per gli Europei, quindi -ha aggiunto Mancini- insieme ai giovani abbiamo bisogno anche dei giocatori più esperti". Scherzi a parte l'ho trovato bene, disponibile e con voglia di lavorare. Poi come ho sempre detto dipende da lui e dalla sua testa. E ancora, su Buffon: "Se un giorno avremo bisogno di Gigi, penso che lui sia disponibile e noi saremo contenti".