Maradona non lo vogliono neanche gratis

Maradona non lo vogliono neanche gratis

Minervino Buccola
Luglio 5, 2018

"A seguito dei commenti di Diego Armando Maradona, sulla partita Colombia-Inghilterra, la Fifa contesta con forza le critiche nei confronti della prestazione degli ufficiali di gara, che ritiene positiva, nell'ambito di una sfida dura e molto emotiva".

Alla guida dell'Albiceleste nel Mondiale 2010 l'ex numero 10 non è stato infallibile per usare un eufemismo: è riuscito ad arrivare fino ai quarti di finale prima di essere messo ko in maniera pesante dalla Germania con un netto 4-0 grazie alla doppiette di Miro Klose e alle reti di Muller e Friedrich. Dopo l'eliminazione della sua Argentina si era schierato apertamente dalla parte di Falcao & Co., ma adesso dovrà subito trovarsi un'altra squadra da tifare. Spesso Maradona ha definito Maurito, per le sue vicende personali, un traditore e difficilmente gli darebbe una maglia se davvero lui prendesse il posto di Sampaoli sulla panchina della selezione argentina. "Tornerei alla nazionale e lo farei gratis, non chiederei nulla in cambio", ha detto il Pibe de Oro. "Mi piace molto Tite come allenatore perché sa mettere bene la squadra in campo -prosegue il campione argentino ospite di 'De la Mano del Diez' sul canale tv venezuelano Telesur-". Neymar? Bisogna dirgli 'o fai piangere o fai ridere'.