Ronaldo alla Juventus è un'operazione che sta in piedi? Facciamo due conti

Ronaldo alla Juventus è un'operazione che sta in piedi? Facciamo due conti

Minervino Buccola
Luglio 4, 2018

Secondo la stampa inglese Juventus e Chelsea hanno trovato l'accordo per il trasferimento del Pipita a Londra sulla base di 60 milioni di euro. Altro che sogno, quello di Ronaldo alla Juventus sta diventando sempre più una realtà concreta. Pare che i bianconeri e il Real Madrid non abbiano avuto nessun contatto e che del possibile affare abbiano parlato solamente con il procuratore dell'attaccante, Jorge Mendes. I Blancos inoltre avrebbero ribadito che la clausola rescissoria da 100 milioni non esiste ma il vero problema resta la cifra totale della trattativa. Aumento però che, nelle settimane successive, non si era mai materializzato. È il prezzo da pagare, considerati il clamore mediatico e l'eccitazione tra i tifosi che la sola possibilità d'acquisto ha diffuso, ed è complicatissimo scremare verità, ipotesi solide, falsità e millanterie.

Cristiano Ronaldo alla Juventus è una "suggestione". Ricco, famoso e con numeri superiori a tutti: allora, perché Cristiano Ronaldo vuole lasciare Madrid?

Negli studi di Premium Sport, Javier Zanetti è stato stuzzicato sull'eventuale arrivo alla Juventus di Cristiano Ronaldo: "E' una cosa che non mi riguarda da vicepresidente dell'Inter, io non posso che essere contento per il mercato che sta facendo la mia squadra".

Nel caso davvero arrivasse il cinque volte Pallone d'Oro, sarà Gonzalo Higuain ad andarsene.

Le cifre dell'operazione sono mostruose. Di concreto ci sono un piano e una candidatura che la dicono lunga sul livello raggiunto dalla Juve, perché solo pochi anni fa il semplice abbinamento sarebbe stato accolto da ironie e incredulità. Marca insiste, ed evocando fonti ben informate assicura che il club di Florentino Perez è costretto ad accettare l'offerta di acquisto, che al momento vede in pole il club bianconero.