Ferrari: Arrivabene soddisfatto del’affidabilità raggiunta dai motori in Austria

Ferrari: Arrivabene soddisfatto del’affidabilità raggiunta dai motori in Austria

Minervino Buccola
Luglio 4, 2018

Spesso, quando la Rossa non vince (come in questo caso) non spende troppe parole di elogio e di soddisfazione.

E' innegabile che il ritiro delle due Frecce d'Argento e della Red Bull di Daniel Ricciardo per motivi tecnici le abbia dato una mano, ma certamente la domenica al Red Bull Ring della Ferrari, pur terminata senza vittoria, ha avuto un ché di trionfale. Sono contento perché i motori Ferrari hanno dimostrato oggi di essere forti.

Quest'oggi la Ferrari può sentirsi soddisfatta, dopo un Sabato al di sotto delle aspettative è riuscita ad ottenere un risultato decisamente utile, come sottolinea anche il Team Principal della scuderia, Maurizio Arrivabene, il quale ci tiene anche a sottolineare l'importanza dell'affidabilità e della potenza delle componenti Ferrari, che portano 6 vetture motorizzare per l'appunto Ferrari nelle prime dieci posizioni: "La vera notizia, oggi, è che ci sono sei motori Ferrari nelle prime dieci posizioni della gara". Adesso c'è Silverstone, una gara dove l'aerodinamica sarà importante, si tratta di una gara difficile e dobbiamo rimanere concentrati.

Parlando di giro secco, qualifiche e griglia di partenza, bisogna dunque evidenziare il grande miglioramento della Ferrari al sabato, che negli ultimi anni era stato riserva di caccia praticamente esclusiva della Mercedes salvo eccezioni come i circuiti più lenti. "Puoi portare un pacchetto interessante ma, magari, scalda troppo e, allora, ti fermi a destra". Ma così non è stato.

Arrivabene ha detto: "Abbiamo deciso di non cambiare posizione tra Kimi e Sebastian". La decisione era di lasciarli andare perché Raikkonen ha lottato tutta la corsa e lo ha fatto anche Vettel.

Per concludere, Arrivabene ha parlato anche delle recenti indiscrezioni che vorrebbero Leclerc pilota Ferrari già in questa stagione al posto di Raikkonen. E dico, lasciate lasciate divertire Leclerc e lasciate guidare Kimi, che è un campione del mondo.