Ruspadana. Immigrati schiacciati da una ruspa: bloccato il gioco di Apple

Ruspadana. Immigrati schiacciati da una ruspa: bloccato il gioco di Apple

Saba Mula
Luglio 2, 2018

È evidente che si tratta di un gioco che ha davvero fatto tanto parlare e che è in vendita sull'Apple store, ovvero il negozio digitale ufficiale della mela prima di essere rimossa per violazione delle linee guida.

In questi giorni di incandescente dibattito sul tema dell'immigrazione c'è chi è pronto a cavalcare la polemica. Il razzismo è apparso per poche ore anche suApp Store, mediante una app chiamata Ruspadana.

L'obiettivo del gioco era molto semplice: salvare la patria dagli immigrati, schiacciandoli - per l'appunto - attraverso l'ausilio della ruspa.

La contoversa applicazione è stata ideata da Matteo Barni, Giampiero Salemme e Marco Romano, tre sviluppatori per iOS che, secondo fonte La Stampa, riportano esperienze presso la Apple Academy e la vincita di una borsa di studio alla World Wide Developer Conference di Cupertino, secondo Linkedin. Matteo Barni ha cercato di giustificare la posizione adottata, dicendo che le intenzioni con cui era nato il gioco è completamente diverso: "L'intenzione era di sottolineare le storture degli episodi marittimi di questo ultimo periodo sottolineando un comportamento sbagliato e deplorevole", ha spiegato Barni. Anche perchè le proteste social hanno costretto lo store delle app iOS ad eliminare l'applicazione in quanto istiga alla violenza. Il claim del gioco per dispositivo mobile è più che eloquente: "Aiuta Ruspadana a fermare l'invasione!". Ripulisci le strade, rimuovi gli ostacoli. Ciò che sorprende è che un videogame simile sia sfuggito al controllo di Apple.