Merkel: collaboreremo con l’Italia sui migranti e sulla disoccupazione giovanile

Merkel: collaboreremo con l’Italia sui migranti e sulla disoccupazione giovanile

Prospera Giambalvo
Giugno 19, 2018

"Anche la Germania è colpita molto direttamente", dunque è interesse di tutti. Ma il premier italiano, per la prima volta nella capitale tedesca dove è stato accolto con gli onori militari in cancelleria, ha spinto anche sul dossier economico, cercando di riportare al centro della discussione europea il tema più caro al Movimento 5 Stelle: la priorità del suo governo è contrastare la povertà in Italia e garantire il reddito di cittadinanza, ha detto.

Se Angela Merkel è davvero convinta che prima della fine del mese si possano gettare le basi per una nuova governance sui migranti "si sbaglia, il prossimo Consiglio europeo è destinato a non produrre alcun risultato concreto, possiamo al massimo fare dei passi avanti in termini di consapevolezza collettiva, ovvero che bisogna riscrivere il regolamento di Dublino da zero, ci vuole un approccio totalmente nuovo". L'Italia non può restare da sola e senza adeguati meccanismi di solidarietà, che operino una ridistribuzione più equa.

Le posizioni espresse da Conte sembra siano state molto apprezzate dalla cancelliera Merkel, la quale ha dichiarato di rimando: "Quello dell'immigrazione è un problema che dobbiamo affrontare di petto".

Merkel ha mostrato molta comprensione, annunciando la disponibilità a una "stretta collaborazione" a riguardo. "Per questo non si tratterà soltanto di dire cosa ci aspettiamo noi ma anche cosa gli altri ritengono necessario per loro", ha aggiunto. La Cancelliera assicura: "La Germania sosterrà la solidarietà in Europa per quanto riguarda i migranti".

Ma Conte ha tenuto molto alta nell'agenda del primo faccia a faccia a Berlino anche la difficile situazione dell'economia del Paese, sollecitando tra l'altro "più condivisione dei rischi" in Europa e un miglioramento della convergenza nell'eurozona. Personalmente non posso, come responsabile del governo, rimanere indifferente a certi dati: lo scorso anno 2,7 milioni di italiani hanno fatto ricorso a mense per i poveri e a pacchi alimentari. La nostra proposta sul reddito di cittadinanza va in questa direzione e l'Europa è essenziale.

"Sappiamo che l'Italia ha problemi con la disoccupazione giovanile, anche su questo è importante collaborare". La stampa tedesca ipotizza che questa frattura possa far crollare la coalizione di governo.

"Nel caso in cui l'accordo in Europa e con i partner non si possa trovare, non voglio iniziare il lavoro sui respingimenti a quel punto: voglio che la misura si debba solo applicare", ha spiegato Seehofer, che sulla questione immigrati ha poi rinnovato il suo appoggio all'Austria.

"In sede di discussione del quadro finanziario faremo pesare la nostra voce per orientare i fondi europei verso misure di sostegno proprio a favore del'inclusione sociale", ha affermato Conte.