Serie A Milan, Fassone:

Serie A Milan, Fassone: "Bisogna prendere spunto dalla Juventus"

Minervino Buccola
Giugno 13, 2018

Quel modello 'familistico' non esiste più, i club milanesi e la Roma hanno scelto proprietà internazionali. La società ha fatto sapere che annuncerà il mese prossimo lo staff e la rosa. Milan e Inter sono lontane. La Juve ha lavorato benissimo in questi sette anni. C'è strada da fare.

Sui settori giovanili: "Dopo Italia-Svezia si è parlato molto di vivai".

Ancora Fassone: "Se torniamo al periodo 2005-2010 ci sono stati Calciopoli, che ha avuto grossa influenza sul sistema amministrativo, e la sconfitta nell'assegnazione di Euro 2012, che ci avrebbe permesso di sfruttare un'onda come Italia '90". Solo la Juventus ha risposto a questo rallentamento, ma al nuovo stadio si pensava dal 2003.

Un altro tema importante per il Milan è quello dello Stadio: "Milano sta vivendo un momento storico positivo e importante, ed è arrivato il momento che possa avere due stadi . - ha affermato il dirigente rossonero - Se quella sia la strada giusta non so, i pro li ha descritti bene Antonello, i contro è essere l'unico club europeo che condivide uno stadio, che ti porterebbe comunque a non avere mai una tua casa". E magari lo farà con un nuovo impianto di proprietà: "Milano è pronta per avere due stadi". Dall'altra parte San Siro è San Siro e serve un ragionamento attentissimo prima di lasciarlo. Tanti i progetti messi in piedi, a cominciare dalla seconda squadra che potrebbe debuttare in Serie C già dalla prossima stagione. Non è la migliore riforma possibile, ma il commissario (Fabbricini, ndr) ha voluto dare un segnale di cambiamento. "Noi siamo pronti, per noi può certamente aiutare, anche se questa estate non sapremo se riusciremo ad accedervi fino a metà luglio ma nel caso saremo pronti". Il canale della Lega era un'ipotesi che il Milan vedeva con favore.