Rimborso Irpef, quando arriva? La guida per i contribuenti

Rimborso Irpef, quando arriva? La guida per i contribuenti

Bruto Chiappetta
Giugno 13, 2018

Rimborso Irpef, come funziona e quanto bisogna aspettare? Il ricalcolo lo si fa perché il contribuente, in virtù di tutta una serie di detrazioni che la legge riconosce, potrebbe aver pagato più tasse rispetto a quelle dovute o, al contrario, potrebbe anche aver pagato meno tasse rispetto al previsto. E allo stesso tempo, entro il 23 occorre completare e consegnare il modello 730 2018 che avrà ripercussioni in termini di rimborso Irpef solo nel 2019.

La presentazione della dichiarazione dei redditi, tramite il modello 730/2018, che si tratti di una mera precompilata o sia stata modificata dal contribuente, richiede, comunque, un ricalcolo dell'imposta netta [VIDEO]da parte dell'amministrazione finanziaria che può portare ad un rimborso a favore del contribuente.

Nel caso di lavoratore dipendente, il credito riconosciuto con il conguaglio sarà pagato direttamente in busta paga dal proprio datore di lavoro. Per il pensionato sarà l'INPS a doverlo accreditare, unitamente all'assegno previdenziale. Ricapitolando, per il lavoratore dipendente sarà il datre di lavoro a porsi come sostituto d'imposta, mentre la carica per i pensionati sarà coperta dall'INPS.

Per i contribuenti che hanno diritto al rimborso ma che non hanno un sostituto d'imposta, invece, l'accredito viene disposto direttamente tramite bonifico su un conto corrente intestato al contribuente (conto corrente il cui IBAN andrà infatti comunicato in sede di dichiarazione dei redditi); qualora il contribuente non abbia un conto corrente è l'Agenzia delle Entrate a comunicare al titolare del rimborso che c'è un credito da incassare, invitandolo a presentarsi presso un ufficio postale dove potrà appunto riscuotere quanto dovuto.

Ma quali sono i tempi per il rimborso Irpef?

I primi rimborsi Irpef per i lavoratori dipendenti arriveranno già con lo stipendio di luglio, mentre per i pensionati l'accredito è previsto con la pensione di agosto o quella di settembre.

Ci sono delle variazioni per chi ha presentato il modello Redditi 2018.