Istat: nascite, è nuovo minimo storico - Ultima Ora

Istat: nascite, è nuovo minimo storico - Ultima Ora

Bruto Chiappetta
Giugno 13, 2018

Continua il calo delle nascite in atto dal 2008. I bambini stranieri nati nel 2017 in Italia sono stati 68 mila, pari al 14,8% delle nascite, ma anche questo dato è in diminuzione. Già a partire dal 2015 si scende sotto il mezzo milione e nel 2017 si registra questo nuovo minimo storico dall'Unità d'Italia. È il quadro che viene fuori dall'Istat.

La diminuzione delle nascite, registra l'Istat, è di oltre 15mila unità rispetto al 2016 (-3,2%) e quasi di 120mila negli ultimi nove anni.

Il movimento migratorio con l'estero fa registrare un saldo positivo di circa 188 mila unità, in lieve aumento rispetto all'anno precedente.

Prosegue nel 2017 la diminuzione della popolazione residente già riscontrata nei due anni precedenti.

Ma a calare è anche la popolazione residente: al 31 dicembre vivevano in Italia 60.483.973 persone, di cui più di cinque milioni di cittadinanza straniera, pari all'8,5% dei residenti a livello nazionale (10,7% al Centro-nord, 4,2% nel Mezzogiorno). Mai tanti decessi dal 1945: quasi 650 mila. Il saldo naturale (differenza tra nati e morti) è positivo solo nelle province autonome di Bolzano (+1,8) e Trento (0,4 ), mentre il tasso peggiore è quello della Liguria (-8%).

Complessivamente la popolazione diminuisce di 105.472 unità rispetto all'anno precedente.

In Italia risiedono persone di circa 200 nazionalità: nella metà dei casi si tratta di cittadini europei (oltre 2,6 milioni). Si conferma la maggiore attrattività delle regioni del Nord e del Centro, verso le quali si indirizzano i flussi migratori provenienti sia dall'estero sia dall'interno.