Aquarius: Oltre il 75% degli italiani sta con Salvini

Aquarius: Oltre il 75% degli italiani sta con Salvini

Prospera Giambalvo
Giugno 13, 2018

"La nave Aquarius rimane senza porto e senza rotta dopo il rifiuto di Italia e Malta", è l'analisi dello storico giornale catalano La Vanguardia.

"Oggi anche la nave Sea Watch 3, di Ong tedesca e battente bandiera olandese, è al largo delle coste libiche in attesa di effettuare l'ennesimo carico di immigrati, da portare in Italia". "Le persone a bordo hanno problemi di disidratazione, di ustioni da carburante e infine c'è un ragazzo che ha bisogno di un intervento chirurgico", continua Porro. "Non ci siamo mossi per tutta la notte e la gente comincia a chiedere perché ci siamo fermati".

Il ministro dell'Interno Matteo Salvini è intervenuto sulla vicenda di Jefferson Tomalà, ventenne originario dell'Ecuador ucciso domenica scorsa a Genova da un poliziotto intervenuto per difendere un collega colpito dalle coltellate del ragazzo.

"L'Italia chiude i porti alla nave che ha soccorso 629 migranti", è il titolo del sito della tv nazionale britannica, la storica emittente Bbc.

"Il governo di Malta non è né l'autorità che coordina ne ha competenza sul caso" della nave Aquarius. Quest'ultimo ha affrontato con risultati positivi il più stringente controllo delle partenze dalla Libia, il suo successore lavora per una vera distribuzione su scala europea dei flussi comunque esistenti, in una logica di continuità istituzionale che può anche non essere sbandierata, ma che è tale nella sostanza. "Mi piacerebbe che Malta si assumesse le sue responsabilità, come la Francia e la Gran Bretagna, mi piacerebbe che tutti si sentissero un po' Italia come oggi".

Certamente è stato un pugno nello stomaco perché molti europei pensavano Salvini fosse solo molte chiacchiere e pochi fatti, non capendo che per lui la linea dura sulla questione migratoria è vitale.

C'è una nave in mezzo al Mediterraneo con 629 persone a bordo, fra cui 11 bambini e sette donne incinte, in condizioni molto precarie di salute. Proposta mai arrivata alla nave, dice la portavoce di Aquarius.

I respingimenti di richiedenti asilo sono anche esplicitamente vietati dall'articolo 33 della convenzione sullo status dei rifugiati firmata a Ginevra nel 1951, e dal protocollo 4 che integra la Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo, entrato in vigore nel 1968. Nessun ordine da autorità militari o altro solo la decisione improvvisa del ministro dell'Interno data televisione.

Oltre 2.800 beneficiari di protezione sono stati reinsediati o ricollocati negli Stati Uniti e in altri Paese Ue. Garantiamo il soccorso in mare' partecipano associazioni come Emergency, Casa della Carità, il gruppo de I Sentinelli, i centri sociali, tante associazioni e realtà come 'Insieme senza muri', che lo scorso 20 maggio ha organizzato il grande corteo antirazzista a Milano, al quale, secondo gli organizzatori, hanno partecipato centomila persone. Noi abbiamo ricevuto nel pomeriggio una e-mail in copia in cui l'MRCC di Roma contattava l'omologo di Malta. La Cedu ha ribadito altre volte che gli Stati contraenti sono in principio liberi di controllare l'ingresso, il soggiorno e l'espulsione degli stranieri. "Al momento non abbiamo istruzioni specifiche di cosa fare".