Hamsik, niente Guangzhou. Cannavaro:

Hamsik, niente Guangzhou. Cannavaro: "Mai un giocatore dal Napoli"

Minervino Buccola
Giugno 12, 2018

Per il capitano partenopeo cantano da tempo le danarose sirene cinesi, oltre all'ultima pista che porta in Ligue 1 al Monaco, ma dalla lista delle squadre interessate a lui si può da oggi depennare il Guangzhou Evergrande, allenato da Fabio Cannavaro. Ragazzo straordinario, nel pieno della maturità.

Ma Hamsik verso il Guangzhou è stato avvicinato. Ne ho anche parlato, in epoca non sospetta, con mio fratello Paolo (suo collaboratore in Cina, ndr): non prenderemmo mai un calciatore al Napoli per non rappresentare un elemento di disturbo. Le voci? Hamsik è stato proposto ed è normale che accada ciò, stiamo parlando di un calciatore di assoluto livello intorno al quale esiste ammirazione. Il patron ovviamente non può non assecondare le volontà di Marekiaro, ma non concedendo sconti alle possibili acquirenti. "Parliamo della nostra squadra, quella della nostra città".

E Cannavaro non ha perso occasione per parlare di quello che sarà il nuovo Napoli, targato Ancelotti. "Vi commuoverà, come il giorno in cui comunicò a noi giocatori del Parma che sarebbe andato al Milan: piangemmo tutti".

"Mi ha fatto crescere, mi ha introdotto dalla marcatura a uomo alla difesa a zona e poi mi ha sistemato al fianco di Thuram". Ma prima, all'inizio, non mi vedeva o diciamo che non mi faceva giocare, mi spostava a destra o anche a sinistra.

Però colpisce che di questi tempi come arma per mettere pressione al Napoli si usi ancora l'amore o il presunto amore per Napoli.