Filippo Inzaghi saluta Venezia:

Filippo Inzaghi saluta Venezia: "Si chiude una storia stupenda"

Quintino Maisto
Giugno 12, 2018

Siamo felici di poter programmare il nostro futuro e quello di Inzaghi. Per arrivare dove siamo arrivati quest'anno abbiamo fatto il massimo.

"Due anni fa ho scelto questo progetto, ho avuto l'umiltà di scendere in Lega Pro". Nel primo incontro parlai cinque minuti con Perinetti e con il presidente, capii subito che si sarebbe potuto lavorare nella maniera che piace a me.

Ognuno andrà per la propria strada dopo questi due anni, sinceramente non si poteva fare di più, ma quello che abbiamo fatto assieme non lo cancellerà mai nessuno.

LA PROSSIMA PANCHINA - Sul suo futuro, però, Inzaghi non si è sbilanciato: "So che il mio procuratore ha ricevuto qualche richiesta, ma inizierò a valutarle da domani mattina: finora, davvero, non ci ho pensato, perché ho voluto aspettare di parlarne con la società, per cui ci sono tanti step da decidere ancora". Quel dolce sogno chiamato Serie A è svanito ieri sera e oggi pomeriggio, in conferenza stampa a Mestre insieme al presidente Joe Tacopina (che lo ha definito "una leggenda vivente, pronto per una grande carriera da allenatore"), Filippo Inzaghi ha dato l'addio ai neroverdi: "Oggi si chiude una storia stupenda - ha esordito l'ex centravanti - e penso che più di così non si potesse ottenere, è stata un'esperienza fantastica che mi resterà nel cuore".

Ha parlato ancheil presidente Tacopina: "Ci eravamo già incontrati nei mesi scorsi ed abbiamo sempre detto a Pippo che avremmo accettato qualunque sua decisione". Grazie anche a voi, a volte ci siamo innervositi, ma il rapporto è sempre stato leale e sincero.