Trump: 'Russia va riammessa nel G8' Conte d'accordo con gli Usa

Trump: 'Russia va riammessa nel G8' Conte d'accordo con gli Usa

Prospera Giambalvo
Giugno 11, 2018

Dopo il botta e risposta a tre tra l'ex tycoon, il leader dell'Eliseo Emmanuel Macron ed il numero uno canadese Justin Trudeau, la Casa Bianca ha annunciato che Trump lascerà la riunione in Quebec prima che termini, saltando le sessioni relative al cambiamento climatico, le energie pulite e gli oceani.

Il vertice dell'organizzazione G7, di cui il Canada esercita la presidenza di turno, si preannuncia particolarmente teso, dominato dalle divisioni tra il presidente americano Donald Trump e gli altri leader. Se infatti le donne in contesti sociali deboli e nei paesi in via di sviluppo sono le prime ad essere minacciate dai cambiamenti climatici, una ulteriore causa di disuguaglianza, risulta importante sostenere la leadership femminile.

Il premier italiano Giuseppe Conte è arrivato in Canada per il G7. Ad annunciarlo è stata la Casa Bianca, precisando che Trump partirà sabato mattina - diverse ore prima della conclusione dei lavori - direttamente alla volta di Singapore, dove è il programma per il 12 giugno lo storico incontro con il leader nordcoreano Kim Jong Un.

Appena insediato come presidente del Consiglio, Giuseppe Conte dovrà affrontare una durissima prova davanti al panorama politico mondiale: si terrà oggi a Charlevoix, in Canada, l'incontro dei G7.

Cremlino, G8? La Russia punta su altri formati - "La Russia si concentra su altri formati": così il portavoce di Putin, Dmitri Peskov, ha commentato dalla Cina le parole di Trump secondo cui alla Russia dovrebbe essere permesso di tornare nel G8. "Un tempo questo era il G8, perché c'era anche la Russia", ha osservato Trump. "Saremo portatori di una posizione moderata - spiega Conte -, cercheremo di capire le ragioni che portano ad assumere certe posizioni e ci comporteremo di conseguenza".

La guerra commerciale. Gli Stati Uniti hanno un enorme deficit commerciale con i Paesi del G7, ha poi sottolineato Trump parlando con i giornalisti prima della sua partenza per il vertice. Gli Stati Uniti si sono ritirati dall'intesa mentre l'Ue e i suoi Stati membri hanno ribadito il loro impegno, chiedendo per altro a Washington di non colpire con sanzioni "indirette" le imprese europee in affari con Teheran. Nel mirino, ormai da ore, soprattutto il Canada. "Non è corretto nei confronti dei nostri agricoltori", ha affermato. Una posizione che in seguito il premier italiano ha sfumato, a favore della linea europea. Alla fine della discussione si è dunque deciso per il no al G8 "tenendo però aperta la possibilità di un dialogo con la Russia". Lo ha detto la cancelliera tedesca Angela Merkel, a margine dei lavori del G7 in Canada.