La Spagna salva Aquarius vergognosamente rifiutata da Salvini

La Spagna salva Aquarius vergognosamente rifiutata da Salvini

Prospera Giambalvo
Giugno 11, 2018

La nave in questione, l'Aquarius appartenente a Sos Mediterranee, sta adesso facendo rotta verso un porto di sicurezza non ancora assegnato. Queste norme prevedono che lo sbarco avvenga nel paese che ha coordinato i soccorsi, e da sempre in quel tratto di mare i soccorsi sono stati coordinati dall'Italia. "Ma dalle autorità italiane ancora nessuna notizia". E recita quanto segue.

"La città di Palermo sfida la coalizione populista offrendo la possibilità di attraccare alla nave con a bordo 629 migranti", scrive invece sul suo sito il prestigioso giornale britannico Guardian. "Quindi non sarà più nel 100% dei casi in Italia". Il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli, che pure è responsabile insieme al ministro degli Interni Matteo Salvini della chiusura dei porti, ha scritto sui social: "È necessario, stavolta, che tutti comprendano che il diritto internazionale non può prevedere un'Italia abbandonata a se stessa". "Mi attiverò con ogni mezzo e attraverso ogni canale per avanzare la proposta di candidatura della Marina Militare e di tutte le componenti che hanno partecipato ai salvataggi al premio Nobel per la Pace". Ad esempio, la Libia non è considerata dall'UNHCR un porto sicuro. Tra gli uomini salvati ci sono 134 minorenni e 7 donne incinte. La posizione è stata poi ribadita via twitter dal premier maltese Joseph Muscat che si è detto preoccupato per una decisione che "va in modo evidente contro le regole internazionali". Ma adesso il problema è un altro.

Poi sono in molti, specialmente i cittadini neutrali e senza ideologia militante politica, che si chiedono il perché se Malta non salva i migranti "chi se ne frega", mentre se invece lo fa il Ministro Salvini è un razzista.

La vicenda infatti si sta configurando come un respingimento collettivo, reato per cui l'Italia è stata già sanzionata nel 2012 nel caso Hirsi.

Con una serie di post su Facebook, Salvini ha espresso il suo punto di vista. "Non è pensabile", dice il personale della Ong, che la nave possa continuare per giorni la sua peregrinazione per mare. NO al business dell'immigrazione clandestina. "Il mio obiettivo è garantire una vita serena a questi ragazzi in Africa e ai nostri figli in Italia". Associazione tedesca, nave olandese, Malta non si muove, la Francia respinge, l'Europa se ne frega. "Basta. Salvare le vite è un dovere, trasformare l'Italia in un enorme campo profughi no" sottolinea Salvini. Il Sole 24 ORE si riserva di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l'ora e indirizzo IP del computer da cui vengono pubblicati i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. "Malta non è l'autorità di coordinamento e non ha competenze su questo caso", ha affermato un portavoce del governo della Valletta, come riporta Malta Today.