Onde d'urto per curare un paziente con malattia coronarica acuta

Onde d'urto per curare un paziente con malattia coronarica acuta

Prospero Rigali
Giugno 10, 2018

L'equipè ha immediatamente valutato di trattare l'ostruzione coronarica applicando la tecnica con onde d'urto, erogate con un palloncino coronarico appositamente dedicato che ha permesso la frammentazione delle calcificazioni della parete dell'arteria e la corretta espansione dello stent. A darne notizia è l'Asl Toscana centro, spiegando che si tratta del primo caso in Italia.

Prato - E' il primo caso in Italia, risolto con successo nel laboratorio di emodinamica della cardiologia dell'Ospedale Santo Stefano di Prato, diretto dal dottor Francesco Bellandi. Un uomo è arrivato, nella giornata di ieri in Pronto Soccorso, con sindrome coronarica acuta, una sofferenza cardiaca che è dovuta al restringimento delle arterie.

Per evitare di sottoporre l'uomo di 81 anni a un intervento di cardiochirurgia, che ha sempre una percentuale di rischio, Bellandi e colleghi hanno deciso di utilizzare un palloncino coronarico - tecnicamente un litotritore - in grado di emettere sequenze di onde d'urto per distruggere la calcificazione, che era emersa dopo la coronografia. Al termine della procedura l'ottantunenne ha ringraziato i medici ed è stato portato al reparto di chirurgia, dove si trova in buone condizioni.