MV Agusta, il ritorno nel Motomondiale

MV Agusta, il ritorno nel Motomondiale

Minervino Buccola
Giugno 10, 2018

Lo ha già capito KTM, che schiera una Moto2 vincente: ora è il momento di MV Agusta, che ha annunciato ieri la sua partecipazione ufficiale al campionato Moto2, insieme al team Forward. John Surtees, lo stesso Ubbiali, Mike Hailwood, Phil Read e poi, naturalmente, Giacomo Agostini: piloti entrati nella leggenda e che hanno fatto la storia del motociclismo, in sella a moto MV Agusta.

Come recita l'annuncio: 42 anni dopo l'ultima apparizione un marchio storico italiano come MV Agusta tornerà l'anno prossimo nel Motomondiale. Il Forward Racing Team ha partecipato anche al Campionato del Mondo MotoGP, ottenendo il primo posto nella classifica mondiale riservata alle moto Open nel 2014 con Aleix Espargaró. Con un partner tecnico d'eccezione: il Forward Racing Team, il cui CEO, Giovanni Cuzari, è sempre stato legato al compianto Claudio Castiglioni da una profonda amicizia. Non piace a tutti, ma Dorna è riuscita a far rinascere la categoria di mezzo e se tra le varie critiche c'era quella di uno scarso appeal presso il pubblico per via dell'assenza delle cosiddette "Case ufficiali" - veder vincere una Honda o una Yamaha non è la stessa cosa che assistere al trionfo di una Suter o Kalex, con tutto il rispetto - va ricordato che una formula più o meno simile ha in realtà creato nomi prestigiosi dell'automobilismo sportivo in F1. "Vedere ritornare MV Agusta ai Gran Premi è un grande onore per me. Il Campionato del Mondo Moto2 è molto competitivo e per avere successo è necessario portare la nostra massima tecnologia ed esperienza nello sviluppo delle moto da corsa". Sono le parole di Giovanni Castiglioni, presidente di MV Agusta. Sono anche consapevole della grande responsabilità che comporta avere un marchio così prestigioso sulle carene della nostra moto.