Farmaci: occhio a portarli in vacanza, multe e carcere in molti Paesi

Prospero Rigali
Giugno 10, 2018

Occhio però nel preparare i bagagli, soprattutto se si va all'estero: la decisione di infilarci dentro il sonnifero, l'antidolorifico, l'antidepressivo o lo sciroppo per la tosse che per sicurezza vogliamo avere sempre a portata di mano in caso di bisogno, potrebbe esporre a qualche rischio di non poco conto, compreso quello di finire in prigione per aver contravvenuto alle leggi locali.

Farmaci prescritti dal medico o da banco, nel mondo sono spesso soggetti a normative diverse. E per aiutare i cittadini a non incorrere in spiacevoli disavventure, il Foreign Office ha compilato un elenco di medicinali vietati in diversi Paesi all'estero, pubblicato dal Daily Mail. Diazepam, Tramadol, codeina e un certo numero di altri farmaci comunemente prescritti sono anch'essi considerati "farmaci controllati". In Qatar, medicinali da banco come quelli per il raffreddore e la tosse sono "sostanze controllate" che devono essere accompagnati da una prescrizione. Anche India, Pakistan e Turchia hanno una lista di farmaci non ammessi. Il Fco raccomanda dunque di contattare l'ambasciata, l'alta commissione o il consolato del Paese in cui si reca per un consiglio sullo stato legale di determinati farmaci. Anche nella vicina Grecia molte medicine fanno parte delle cosiddette "controlled drugs", che necessitano di procedure particolari per l'introduzione. Sonniferi, compresse ansiolitiche e forti antidolorifici, a Singapore sono soggetti a prescrizione mentre in Indonesia, molti farmaci da prescrizione, come codeina, sonniferi e trattamenti per l'ADHD, disturbo da deficit d'attenzione e iperattività, sono illegali.

Attenzione a portare i farmaci in vacanza, perchè ci sono Paesi in cui alcune medicine, ad esempio la pseudoefedrina in Giappone, sono considerate sostanze illegali. Considerando che quasi la metà della popolazione del Regno Unito utilizza farmaci da prescrizione, circa 21 milioni di persone rischiano di andare incontro a difficoltà a seconda della meta.