Campobello: reddito d’inclusione, ampliata la platea dei beneficiari

Campobello: reddito d’inclusione, ampliata la platea dei beneficiari

Bruto Chiappetta
Giugno 7, 2018

Tuttavia, diversi aspetti possono essere soggetti a cambiamenti in merito alla platea dei beneficiari di questo reddito che, secondo le specifiche regole, tenderà ad un vero e proprio ampliamento a partire dall'inizio di questo mese. Oltre ciò, chi fa richiesta per il reddito d'inclusione non deve percepire assicurazione sociale per l'impiego (Naspl) od altri ammortizzatori sociali di sostegno; non deve neanche possedere veicoli immatricolati per la prima volta 24 mesi antecedenti la richiesta d'accesso al Rei e non deve esser proprietario di imbarcazioni da diporto.

Per ottenere il Rei fino a maggio, in passato era necessario avere in famiglia almeno un minore, un disabile, una donna in avanzato stato di gravidanza o un disoccupato over 55.

Si passerà così dalle iniziali 500 mila famiglie per un totale di 1,8 milioni di persone alle 700 mila famiglie per un totale di 2,5 milioni di persone coinvolte.

Quindi, il REI si trasforma, a tutti gli effetti, in reddito di inclusione universale attraverso l'abolizione del requisito dell'entità del nucleo familiare ed il mantenimento del solo requisito economico familiare.

Il primo accredito arriverà a partire dal mese di luglio, versato direttamente su una carta prepagata di Poste Italiane, la cosiddetta Carta Rei.

Recentemente è stato inoltre aumentato l'importo destinato ai nuclei familiari composti da almeno 5 membri, che è passato dagli iniziali 485,41 euro a 534 euro mensili.

Dal prossimo 1 luglio cambieranno le regole per avere diritto al "reddito di inclusione" e intanto il Comune di Prato fa un primo, anche se non definitivo, bilancio delle domande presentate da dicembre dell'anno scorso ad oggi.

Tra i requisiti per avere il Rei c'è un Isee non superiore a 6.000 euro e un valore del patrimonio immobiliare, diverso dalla casa di abitazione, non superiore a 20.000 euro.

Chi può richiederlo e a quanto ammonta il contributo.

Cittadino appartenente all'Unione Europea o suo familiare, titolare del diritto di soggiorno temporaneo, permanente o diritto di soggiorno su lungo periodo UE.