180 intossicati a scuola, colpisce il batterio della carne

180 intossicati a scuola, colpisce il batterio della carne

Prospero Rigali
Giugno 6, 2018

Sono ancora dati parziali, spiegano dall'Asl, "ma significativi": gli esami richiedono ancora del tempo, visto il numero dei ricoverati, saliti a 180 e distribuiti tra gli ospedali di Pescara, Chieti e Atri. Dopo aver escluso le ipotesi di virus e di salmonella, le analisi di laboratorio hanno portato al batterio Campylobacter. La procura di Pescara ha aperto un'inchiesta.

La sua trasmissione è generalmente dovuta ad alimenti contaminati. "Il batterio Campylobacter Jejuni, che trova diffusione attraverso alimenti - conclude la nota - è per sua natura autolimitante e cioè soggetto ad auto estinzione, ed è sensibile ad antibiotici a largo spettro e a eritromicine e macrolidi".

Sono circa 150 le persone arrivate al pronto soccorso di Pescara; 23 i bambini al momento ricoverati nel reparto di Pediatria. Asl e carabinieri si sono presentati più volte nei giorni scorsi nel centro cottura che serve le mense delle scuole del capoluogo adriatico, sequestrando cibi e campioni completi di tutte le matrici alimentari presenti. Il sindaco di Pescara, in relazione alla vicenda, ha repentinamente sospeso, a scopo cautelativo e con un'apposita ordinanza, il servizio alimentare relativo alle mense in tutte le scuole presenti sul territorio comunale, ordinanza che sarà valida fino a quando non verrà, con certezza, individuato il cibo contaminato dal batterio responsabile dell'intossicazione.