Privacy a rischio su iPhone e Galaxy: nuove accuse per Facebook

Saba Mula
Giugno 5, 2018

Il GDPR da Facebook a Twitter.

Sempre secondo l'Nyt, la maggior parte di questi accordi, basati sulla condivisione dei dati personali, sarebbe "ancora in vigore" e avrebbe permesso a Facebook di estendere enormemente il suo raggio d'azione, lasciando i produttori di dispositivi mobili liberi di offrire e diffondere ai clienti alcuni dei servizi più popolari che caratterizzano il colosso dei social media.

L'amministratore, infatti, decide quali dati raccogliere e come elaborarli, ad esempio definendo il pubblico di riferimento (targeting) e chiedendo dati demografici o informazioni sugli stili di vita e sugli interessi dei visitatori della pagina.

L'amministratore di una fanpage su Facebook è corresponsabile insieme alla stessa Facebook del trattamento dei dati personali dei visitatori della sua pagina.

La sentenza della Corte di Giustizia dell'Unione Europea non ha, in questo caso, l'effetto di risolvere la controversia nazionale ma di delineare un quadro interpretativo per l'autorità nazionale che ne ha fatto richiesta. Quadro che rappresenterà inoltre un vincolo per gli altri stati membri qualora si dovesse presentare un problema simile.