Operazioni rimandate al Gaslini: assunzione nuovi infermieri per recuperarli

Operazioni rimandate al Gaslini: assunzione nuovi infermieri per recuperarli

Prospero Rigali
Giugno 4, 2018

Per Del Buono "le operazioni rinviate sono il 2% rispetto alla normale attività chirurgica dei mesi invernali nei settori chirurgici, esclusi emato-oncologici".

"Gli interventi rinviati saranno recuperati nel minor tempo possibile". Alisa ha inoltre chiesto alla Direzione strategica di predisporre al più presto un report dettagliato su quanto accaduto nella programmazione degli interventi, tenendo monitorata la situazione attraverso lo specifico gruppo di lavoro sulle sale operatorie.

Purtroppo alcune prerogative procedurali dilatano i tempi rispetto alla comune volontà di ottimizzare le risorse di prestazioni andando prioritariamente incontro alle esigenze dei cittadini.

"Regione Liguria - ha aggiunto la vicepresidente Viale - ha attivato tutti gli strumenti per sostenere l'Istituto Gaslini, aumentando di 1 milione di euro il tetto di spesa per il personale". All'ospedale Gaslini di Genova, struttura che ha il compito particolarmente delicato di curare i bambini, nei giorni scorsi sono stati rimandati all'autunno 50 interventi chirurgici "non urgenti e programmabili" (nessuno che riguardi oncologia o ematologia) rispetto ai 2.300 previsti nel periodo estivo. Per consentire l'esecuzione a giugno degli interventi chirurgici oggetto del rinvio saranno adottate alcune azioni "urgenti e straordinarie" mentre si proseguirà con la massima celerità possibile nelle procedure in corso per l'assunzione di infermieri, così da permettere l'allineamento completo della prenotazione degli interventi per i mesi seguenti. "Come ogni anno - aggiunge Viale - tutti gli ospedali, e quindi anche il Gaslini, riducono il numero di interventi programmati ma questo deve avvenire senza creare disagio alle famiglie, grazie ad una corretta programmazione che quest'anno, evidentemente, è mancata, forse perché essendoci una direzione sanitaria in procinto di pensionamento, è mancata una visione d'insieme delle necessità". Per garantire al personale la possibilità di godere delle ferie estive, infatti, è stato approntato un calendario ferreo che di fatto però ha fatto saltare molti interventi programmati fra giugno e settembre. Lo rivela Sandro Alloisio, tecnico di laboratorio del Gaslini e responsabile Cgil Funzione pubblica dell'ospedale pediatrico. Quelli che avevano presentato più domande scelgono la sede più vicina a casa.