Juventus-Verona, Allegri:

Juventus-Verona, Allegri: "Irrispettoso non fare i complimenti a questi ragazzi"

Minervino Buccola
Mag 18, 2018

Domani è una giornata storica sia per Gigi (Buffon ndr) che per la Juve. Percentuale sulla mia permanenza?

"Ora prepariamoci alla festa di domani". "Per questo è un campione, il miglior portiere mai esistito". Cosa mi ha sorpreso di Buffon? Ho trovato un campione. Uscire dalla Coppa Italia e dalla Champions, non essere competitivi in campionato, ti abbassa gli stimoli. La Juve è una grande squadra ed è abituata a giocare ogni tre giorni.

Madama è dunque scesa in campo quasi sempre con una formazione diversa dall'altra sotto la gestione Allegri: 55 formazioni diverse dal primo minuto in 57 gare nella prima stagione 2014/15, 50 squadre in 52 partite nel 2015/16, 50 squadre in 57 partite nel 2016/17 e 51 diverse formazioni in 53 gare nell'ultima stagione. Il secondo è stato quello della tenacia, con una rimonta pazzesca con 25 vittorie su 26. "Il terzo della costanza, l'ultimo il più bello, quello dell'orgoglio".

"C'è da fare i complimenti al Napoli per la sua stagione straordinaria". Detto questo, chi non fa i complimenti a questa Juventus non ha rispetto per il nostro lavoro. Mettere in discussione quello che ha fatto la squadra negli ultimi quattro anni, vuol dire non essere obiettivi. Questa è stata assolta con il pareggio in casa della Roma e oggi, se le promesse saranno mantenute, sarà la giornata in cui togliersi alcuni sassolini fastidiosi dalle scarpe. Lo ha precisato Allegri a proposito del suo futuro.

Ogni anno è un rischio, anche quando sono arrivato perché davano la squadra per finita. "Non lo so. Partiranno Lichtsteiner e Asamoah, che hanno fatto tanto". Chi rimarrà dovrà sapere che si riparte a luglio per un'annata importante. Mercato? Bisogna mettersi a tavolino per valutare il da farsi, pensando anche alle esigenze dei giocatori. Con una società forte come la Juve è più facile vincere, che è sempre qualcosa di straordinario. Quali meriti credo di avere?

Sul cammino: "Dopo Napoli ero considerato inadeguato, tutti l'avrebbero dato a loro". Higuain è stato decisivo, per il suo gol a San Siro contro l'Inter.

- L'anno prossimo sarà la stagione più rischiosa? "Altissima, ci incontreremo con la società e valuteremo sul futuro". Offerta importante da un club estero? Dipende dai giocatori che arriveranno, come ho sempre fatto.

Cuadrado e Bernardeschi non ci saranno sicuro. Giocherà Buffon, Lichtsteiner, due tra Barzagli, Benatia e Rugani. In mezzo Marchisio. Khedira ha avuto un problema al polpaccio. Marchisio, Sturaro, Pjanic o Bentancur a centrocampo. "Davanti Dybala, Douglas Costa e Higuain, può darsi che Mandzukic riposi". "Con Pinsoglio alla fine".