Comdata, a Lecce sciopero solidarietà per Padova e Pozzuoli

Comdata, a Lecce sciopero solidarietà per Padova e Pozzuoli

Quintino Maisto
Mag 18, 2018

E di manifestazioni: l'ultima in ordine di tempo si terrà venerdì 18 maggio, protagonisti i lavoratori dell'azienda Comdata Spa i quali protesteranno contro la chiusura dello stabilimento di Padova e Pozzuoli e il licenziamento di 260 lavoratori, 204 dei quali nella città del Santo. I referenti di Fistel-Cisl, Slc-Cgil e Uilcom-Uil intanto hanno fatto muro per salvaguardare i livelli occupazionali, chiedendo all'azienda di mantenere operative tutte le sedi su scala nazionale.

"Comdata ha anche comunicato l'intenzione di procedere con degli spostamenti di attività da un sito all'altro, svuotando del tutto Padova e Pozzuoli", spiegano i segretari Gianni Bramato, Tommaso Moscara e Massimo Passabì. Se si affermasse questa linea di chiusure di singoli siti - affermano in una nota - le lavoratrici e i lavoratori di Comdata potrebbero pericolosamente e potenzialmente subire lo stesso trattamento su qualunque altro sito e territorio.

TREVISO Il gravissimo incidente accaduto domenica alle Acciaierie Venete di Padova nel quale sono rimasti coinvolti quattro lavoratori, e neppure a 24 ore di distanza quello in cui ha perso la vita un operario croato in forze in una ditta trevigiana a La Spezia, ripropongono con drammaticità il tema della sicurezza nei luoghi di lavoro. Anche di quelli leccesi.

Ma c'è di più. Anche alla luce dell'annunciato rientro in Italia dalla Romania della commessa Fastweb (che occuperà 220 lavoratori), non è credibile che non si possa trovare una soluzione per evitare il licenziamento di questi lavoratori (in maggioranza donne con un'età compresa tra i 40 e i 45 anni e con carichi familiari, provenienti dalla cessione di ramo d'azienda di Vodafone del 2007). Spiace apprendere notizie di questo genere da fonti di stampa: "le segreterie provinciali di queste organizzazioni sindacali, infatti, ad oggi non hanno ricevuto alcuna comunicazione in merito".