Alitalia, in cassa a fine aprile 769 milioni di euro

Bruto Chiappetta
Mag 18, 2018

"Qualunque cosa vorrà fare il nuovo governo lo facciapresto perchè il carburante si consuma, noi proviamo a consumarne poco ma si consuma". I numeri sono tutti contro il vettore tricolore che continua inesorabilmente a spendere più soldi di quello che incassa. L'ebitda, esclusi ricavi e costi non ricorrenti, riduce il rosso a -117 milioni rispetto a -228 milioni. Questo significa che la compagnia continua a non generare reddito.

Alitalia ha chiuso il primo trimestre di quest'anno con perdite operative dimezzate.

Nel periodo maggio (mese di inizio dell'amministrazione) dicembre, i ricavi hanno tenuto - nonostante le forti turbolenze - a 2,102 miliardi di euro rispetto a 2,106 miliardi dello stesso periodo del 2016. Felice D'Angelo, ha incaricato gli Avvocati Dario Lombardo e Salvo D'Angelo a tutela dei consumatori che - a dire dei legali - non hanno garantiti gli stessi diritti dei passeggeri di altre compagnie aeree; il tutto in violazione degli articoli 20 e 21 della Carta Europea dei Diritti Fondamentali.

Roma, 17 mag. - L'Alitalia, a fine aprile, risulta avere in cassa ancora 769 milioni di euro, al netto del deposito Iata, rispetto ai 900 milioni del prestito ponte. E come? "Quale Alitalia" sarà "dipende da voi: tra i poteri dei commissari non c'è l'indirizzo politico".