Un appello per aiutare Davide a riavere braccia e gambe

Un appello per aiutare Davide a riavere braccia e gambe

Prospero Rigali
Mag 17, 2018

Ricoverato d'urgenza per una meningite fulminante, il giovane è riuscito a salvarsi ma ha subito l'amputazione di tutti e quattro gli arti. Da allora ha bisogno d'aiuto anche solo per poter mangiare, lavarsi o vestirsi da solo.

"Davide Morana ha calcato i parquet siciliani fino a qualche tempo fa".

Il giovane palermitano ha bisogno di aiuto. La sua Regione e il Comune dove è cresciuto non hanno intenzione di lasciarlo solo, ma è partita una vera e propria lotta per cercare di superare queste enormi difficoltà.

Dopo la maturità scientifica al Liceo D'Alessandro Bagheria, si è trasferito in Spagna per motivi personali.

E sceso in campo anche la comunità bagherese e il prossimo sabato 19 maggio a Palazzo Cuto è stato organizzato un evento a sostegno della raccolta fondi mentre domenica mattina l'associazione Pro infanzia Margherita Visconti organizzerà una seconda raccolta fondi per Davide. Per lui è un gesto estremamente prezioso. A sua volta, ha fatto un appello alla solidarietà di tutti i cittadini.

Il calvario di Davide è iniziato un pomeriggio di gennaio. Poi il collo e la mascella si irrigidiscono.

Gamba e braccia amputate per una meningite, ora il sogno di Davide è tornare a correre
Davide Morana: braccia e gambe amputate per una meningite

Il ragazzo torna a casa pensando di avere una semplicissima un'influenza.

Nel giro di poche ore la situazione precipita. Una raccolta fondi è stata avviata per restituire a Davide braccia e gambe che una meningite fulminante gli ha tolto. Ma lui non si arrende. Il suo sogno è potersi comprare le protesi supertecnologiche che non può permettersi.

Adesso l'ultima sfida: "Come già avevo detto ad alcuni di voi - scrive Davide sul social - sono sul punto di iniziare la riabilitazione protesica".

"Fortuntamente - dice - al giorno d'oggi le protesi sono molto avanzate però sfortunatamente sono molto costose e poco accessibili per ragazzi dalle tasche normali come me". Ed ecco l'idea: aprire un sito internet per la raccolta dei fondi dedicato "a queste costose protesi". "Il vostro aiuto è importantissimo e ogni piccolo gesto conta".

Domenica, per la Festa della mamma, ha scritto: "Auguri mamma, per essere come sei, una grande lottatrice". Insieme ce la faremo. "Se la migliore io ti voglio bene", ha scritto il giovane siciliano.