Wto: gli aiuti europei a Airbus danneggiano Boeing

Prospera Giambalvo
Mag 16, 2018

L'Organizzazione mondiale del commercio (Wto) sostiene che "l'Unione europea e quattro suoi stati membri - Francia, Germania, Spagna e Regno Unito - hanno fallito nel rispettare una decisione di un panel del Wto mantenendo sussidi illegali al produttore europeo di aerei Airbus". La decisione del Wto piomba su un clima già teso sulle due sponde dell'Atlantico fra i dazi di Donald Trump sull'acciaio e l'alluminio dai quali Bruxelles chiede un'esenzione permanente, il ritiro degli Stati Uniti dall'accordo sul nucleare iraniano e il rischio che vengano colpite le aziende europee che fanno affari con Iran e lo spettro di dazi americani sulle auto Made in Ue. La Ue ha promesso una "azione rapida" per rispettare le regole del Wto e Airbus ha detto che servono solo "ritocchi minori" per farlo. "L'unica vera soluzione alla disputa che si protrae da 15 anni resta trattare un accordo".

Dennis Muilenburg, il ceo di Boeing, ha sostenuto che "la decisione odierna invia un messaggio chiaro: il mancato rispetto delle regole e i sussidi illeciti non sono tollerati". Secondo Lighthizer, gli Usa adotteranno "contromisure" a meno che la Ue non onori la compliance. Boeing e gli Stati Uniti celebrano la vittoria, a loro avviso chiara e netta. Dazi che - secondo Boeing - potrebbero scattare già dal 2019.

La Ue ha promesso una "azione rapida" per rispettare le regole del Wto e Airbus ha detto che servono solo "ritocchi minori" per farlo.