Milan, Romagnoli:

Milan, Romagnoli: "Europa League importante, ma volevamo di più"

Minervino Buccola
Mag 16, 2018

Lo dice il difensore del Milan Alessio Romagnoli, dal palco del Premio Gentleman a Milano.

"La stagione del Milan è stata abbastanza positiva anche se l'obiettivo era la Champions". All'inizio ho tentennato un po' perché non ho fatto la preparazione, ma dopo sono cresciuto. Pagato tanto (secondo Berlusconi) ma non troppo (secondo Galliani), voluto fortemente da Mihajlovic, oggi Alessio è diventato un leader ("Non è vero, Leo è fortissimo e devo imparare tanto da lui") e come tale non si è nascosto dietro un obiettivo mancato. Abbiamo tanti margini di miglioramento, siamo un gruppo giovane. E per farlo serve non sbagliare niente negli ultimi 90' con la Fiorentina: "Dobbiamo vincere a tutti i costi, loro non ci regaleranno nulla. Dobbiamo vincere anche per i tifosi: domenica sarebbe bello averne tanti".

Nel corso della stagione, l'intesa con il capitano Leonardo Bonucci è cresciuta esponenzialmente: "Abbiamo fatto bene, soprattutto quando siamo passati alla difesa a quattro".

Una considerazione anche su mister Gennaro Gattuso, che guiderà il Milan anche il prossimo anno: "Ci ha messo a posto sotto diversi punti di vista e in campo si è visto. È un uomo schietto e sincero, conosce bene il mondo Milan e ciò è stato importante". "Speriamo di continuare il percorso di crescita e acquisire sempre più esperienza".