"Me ne vado dopo 5 anni bellissimi": l'addio di Rafael al Napoli

Minervino Buccola
Mag 16, 2018

Il sogno scudetto e i ricordi e le parole d'amore del portiere brasiliano. Ho vissuto 5 anni meravigliosi in questa città. Mi ricordo quando toccava a Chiellini, se segnava la portavano loro a casa e poi sono riuscito a pararlo. La curiosità è che ho parato i rigori che non avevo studiato. L'ho sentito nel cuore e sono andato da quella parte e ce l'ho fatta. Avrò sempre dentro la finale di Doha, fu una notte indimenticabile. "Siamo rimasti tutti un anno fa per inseguire un sogno". Nessun rammarico, ci siamo sempre allenati bene, dando il massimo. Finisce questo campionato a testa alta. Il Napoli può vincere lo scudetto l'anno prossimo, se restano tutti i giocatori possono giocarsela. Futuro? Ho vissuto 5 anni bellissimi a Napoli.

Infortunio a Swansea? "E' un infortunio molto delicato, bisogna essere sicuri di stare bene per giocare". Per questi infortuni ci vuole un po' di tempo per riprendersi. "Vado via da qui con la felicità nel cuore e con tantissime amicizie in più". In questi anni ho lavorato tanto, ma ora sono pronto a tornare alla grande. Ci sono possibilità di rimanere in Italia ma ci sono anche possibilità di restare in Europa, ma io sarò sempre tifoso di questa squadra che ha una tifoseria che non ho mai visto nella mia vita. "Non so dove giocherò ora, ma Napoli e i suoi tifosi avranno sempre un posto nel mio cuore".

Sarri è l'allenatore perfetto per qualsiasi squadra, vive il calcio in ogni istante, in ogni secondo. Sa accendere qualcosa nel tuo cuore quando ti parla.

Brasile - "Ha tutto per far bene, una squadra giovane e può arrivare lontano al Mondiale".

Saluti ai napoletani: "Quest'avventura al Napoli è stato un dono di Dio, ringrazio tutti. Sono arrivato qui solo con mia moglie, vado via con una figlia napoletana e qui mi sentirò sempre a casa", ha detto ai microfoni di Radio Kiss Kiss.