HTC Exodus sarà un nuovo smartphone blockchain

HTC Exodus sarà un nuovo smartphone blockchain

Saba Mula
Mag 16, 2018

Manca ormai soltanto una settimana al lancio di HTC U12 +, ma l'azienda di Taiwan ha già annunciato un altro nuovo telefono: si tratta di HTC Exodus, ufficializzato nelle scorse ore in occasione del Consensus 2018, la conferenza dedicata ai dispositivi "blockchain" che si è svolta nella splendida cornice di New York.

Tale device, il cui attuale nome è Exodus, potrà contare su un portafoglio universale e su supporto hardware per criptovalute e app decentralizzate.

Si chiama Exodus ed è uno smartphone (o per meglio dire "blockchain-phone") focalizzato sulla protezione dei dati degli utenti, applicazioni decentralizzate e criptomoneta. La prima ad addentrarsi nel mondo del blockchain era stata la startup svizzera Sirin Labs, che ha lanciato di recente Finney, il primo smartphone al mondo con tecnologia blockchain. Il decentramento, reso possibile dalla blockchain, è il punto focale di ciò che la società ha annunciato durante l'evento newyorkese.

Il progetto Exodus è coordinato dal nuovo Decentralized Chief Officer di HTC, Phil Chen, da poco nominato.

Ogni dispositivo sarà unico, poiché ogni telefono fungerà da nodo blockchain. Lo smartphone sfrutterà le API e uno stack hardware - incluso il kernel - per connettersi a vari portafogli. Anche se non è ancora stato impostato nessun prezzo per il telefono.

In un periodo storico nel quale gli utenti sono molto sensibili alle tematiche riguardanti la privacy e la sicurezza, HTC probabilmente crede fortemente nell'offrire un prodotto molto valido e robusto in questo senso.