Formula 1 2018, test Barcellona: Bottas al top

Formula 1 2018, test Barcellona: Bottas al top

Minervino Buccola
Mag 16, 2018

E Antonio Giovinazzi se l'è goduta in pieno, percorrendo oggi 148 giri (il migliore in 1:16.972 con pneumatici hypersoft) del tracciato catalano, nonostante le condizioni fisiche non perfette.

Se la prima giornata aveva vissuto del duello tra Red Bull e Ferrari, la seconda è stata animata dalla lotta tra Bottas e Giovinazzi; la costate è sempre la Rossa che, anche nel Day-2 con il pugliese al volante, ha dimostrato di essere arrivata a poter lottare ad armi pari con le Frecce d'argento.

Porta la firma di Valtteri Bottas il miglior tempo della seconda e ultima giornata di test a Barcellona. "Il monegasco ha completato 139 giri risultando tra i più attivi di giornata con un miglior tempo in 1'18" 993 con gomme HyperSoft. Il miglior crono, quindi, è arrivato con due mescole di vantaggio rispetto al rivale della Mercedes. "1'18" 039 il best lap del britannico, ottenuto con la mescola Soft prima della bandiera a scacchi.

Quarto tempo per Kevin Magnussen, anche lui protagonista di una disavventura che lo ha costretto a concludere in anticipo la sua giornata.

Il tedesco ha dichiarato che, con le vecchie gomme, causa blistering, il GP di Spagna sarebbe potuto andare anche peggio per la sua SF71H. "Il figlio d'arte ha completato 75 tornate, fermando il cronometro del suo giro migliore in 1'18" 274. In azione anche il vincitore dell'ultima Sprint Race di Formula 2 Jack Aitken, al volante della Renault, che ha chiuso in sesta posizione con 120 giri. Sale in terza posizione il giovane Lando Morris con la McLaren Renault, con 80 giri all'attivo, e che è stato in grado di precedere il titolare Vandoorne solo decimo. Settimo e ottavo tempo per la Sauber di Leclerc e la Williams di Kubica.

I soli team McLaren e Force India sono scesi in pista con due vetture per testare gli pneumatici Pirelli in vista del 2019.

Undicesimo tempo per Jake Dennis, che ha esordito al volante della STR14: il pilota della Red Bull si occupa di sviluppo al simulatore e oggi è sceso in pista per un lavoro di verifica di attendibilità dei dati del simulatore e della galleria del vento.