Schettino deturpò il Giglio, dovrà pagare 5'000 euro

Prospera Giambalvo
Mag 15, 2018

La corte di appello ha condannato l'ex comandante della Costa Concordia Francesco Schettino a pagare un'ammenda di cinquemila euro per i danni provocati all'isola del Giglio con il naufragio del transatlantico, avvenuto il 13 gennaio 2012, provocando 32 vittime. Lo riferisce l'Ente Nazionale Protezione Animali (Enpa), parte civile nel processo. La Corte infatti ha confermato la contravvenzione inflitta in primo grado dal Tribunale di Grosseto mentre ha prescritto gli altri due reati per cui Schettino era imputato nel secondo procedimento a suo carico.

"Resta - conclude la presidente nazionale di Enpa, Carla Rocchi - una infinita amarezza per le tantissime vite umane spezzate e per i tantissimi animali che sono morti a causa del naufragio. Purtroppo ci vorranno anni perché questa ferita possa rimarginarsi".