Invalidità per i malati oncologici: l'Inps semplifica l'iter

Invalidità per i malati oncologici: l'Inps semplifica l'iter

Prospero Rigali
Mag 9, 2018

Il protocollo durerà 18 mesi e per lo specialista sarà possibile acquisire fin da subito - durante il ricovero o la cura presso le Strutture sanitarie - tutti gli elementi necessari alla valutazione medico legale, evitando al malato eventuali ulteriori esami e accertamenti. L'accordo è stato siglato a tre mani dal Presidente della Regione Lazio, dal Presidente dell'INPS e dal Presidente degli IFO.

L'intesa permetterà l 'attivazione tempestiva della pratica di invalidità presso l'Inps fatta dallo specialista oncologo al momento della diagnosi.

"Un passaggio fondamentale per la semplificazione della relazione con il cittadino e soprattutto per il percorso del paziente fragile come quello oncologico - afferma Francesco Ripa di Meana, direttore generale dell'Ifo - La regolare compilazione del certificato oncologico introduttivo da parte degli oncologi, permette indubbi vantaggi in termini di appropriatezza, equità, omogeneità delle valutazioni e adeguatezza delle previsioni di revisione, sull'intero territorio nazionale, nonché di celerità dell'accertamento fornendo alla commissione tutti gli elementi necessari per la valutazione, escludendo ulteriori accertamenti specialistici o richieste di documentazione integrativa". Per la verità, hanno spiegato gli esperti dell'Inps, il certificato già esiste dal 2013 ma affidato alla volontà dei singoli medici, con risultati modesti, tanto che nel 2014 ne erano stati emessi solo 1500 a fronte di una platea potenziale di diverse centinaia di migliaia di pazienti. Si velocizzano le pratiche e si riducono gli oneri per le famiglie con la possibilità anche di anticipare la concessione della 104, ovvero la possibilità delle famiglie di poter assistere in modo adeguato il malato - ha detto il presidente dell'Inps, Tito Boeri -.

Invalidità, pazienti oncologici arriva il protocollo veloce INVALIDITA' SVOLTA - Riconoscimento invalidità, pratiche d'invalidità più veloci per pazienti oncologici. "Può riguardare il benessere di moltissime persone", conclude Boeri.

Il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, il Presidente dell'Istituto Nazionale della Previdenza Sociale (INPS), Tito Boeri, e il Presidente de gli Istituti Fisioterapici Ospitalieri (IFO), Francesco Ripa di Meana, hanno presentato un Protocollo sperimentale d'intesa per la tutela della disabilità da patologie oncologiche. Lo Stato ha lavorato a canne d'organo, affastellando provvedimenti, e il costo finale di questo non dialogo lo si scarica sul cittadino.