Governo, si va verso l'incarico esplorativo a Roberto Fico

Governo, si va verso l'incarico esplorativo a Roberto Fico

Prospera Giambalvo
Aprile 22, 2018

I recenti attacchi alla persona di Silvio Berlusconi evidentemente non sono serviti allo scopo di allontanare #salvini da Forza Italia e così Di Maio potrebbe trovarsi isolato. Politicamente, è una roba inguardabile. Ma forse - ci permettiamo - siamo davanti anche a una scorrettezza istituzionale. Il presidente può infatti convocare il presidente della Camera al Quirinale già lunedì per affidargli un mandato esplorativo, senza postille.

Al di là di ogni considerazione di merito (ma in questo bailamme dove sia finito, il "merito", nessuno lo sa), il Pd dovrebbe sedersi a un tavolo istituzionale mentre è attivo un altro tavolo, identico e contrario. Potrebbe essere quella di concedere un secondo mandato esplorativo, questa volta al Presidente della Camera Roberto Fico.

La doppiezza del M5s è dunque il vero problema politico di questa crisi. Le cose andrebbero solo di poco meglio se ad una maggioranza di questo tipo si unisse Leu, l'asticella salirebbe a 347 sì a Montecitorio e a 165 a palazzo Madama. Pazienza che Mattarella non ha perso del tutto come confermano questi giorni di riflessione che valgono per lui ma decisamente di più per Lega e Cinque stelle. Sergio Mattarella da uomo delle istituzioni (molto pragmatico) ha affidato ad Elisabetta Casellati il compito di verificare se il matrimonio centrodestra M5S si poteva fare.

L'unico grande ostacolo che si frappone tra il Partito Democratico e Di Maio è Matteo Renzi, ormai fuori dal partito ma con i suoi 'seguaci' ancora ben radicati nei gruppi parlamentari; se seguiranno il loro leader, allora non ci sarà alcun governo. Quello che crea più malumore è il fatto che questo Paese ha bisogno di un governo e tra atteggiamenti di chiusura e di testardaggine che si palesano in tutti i vari fronti politici, gli unici a rimetterci sono gli italiani.