Papà dona al figlio di un anno parte del fegato

Papà dona al figlio di un anno parte del fegato

Prospera Giambalvo
Aprile 16, 2018

A Padova non è il primo caso di donazione da vivente: nel 1997 un ferroviere croato donò parte del suo fegato al figlio malato di tumore, salvandolo.

Gesto "eroico" a Padova dove un padre salva letteralmente la vita al figlioletto donandogli una parte del suo fegato. Non restava che una soluzione: effettuare un trapianto epatico da un #donatore vivente che in genere è il padre o la madre del bambino candidato al #trapianto di fegato al quale il genitore dona una parte del suo organo, o altrimenti un parente maggiorenne. Il piccolo ha anche un altro dolore. L'intervento fatto dall'equipe dell'Azienda ospedaliera universitaria di Padova diretta dal professor Umberto Cillo, è perfettamente riuscito.

Durante la visita Pastorale del Santo Padre alla Parrocchia romana "San Paolo della Croce" al Corviale, Bergoglio ha consolato così il piccolo Emanuele. Ma la famiglia attese l'arrivo del miracolo fino a quando non si vide costretta a scontrarsi con la dura realtà: non c'era nessun fegato disponibile.

Il papà è stato ricoverato per una settimana presso l'ospedale a causa dell'intervento, mentre il piccolo è dovuto rimanere decisamente più a lungo. Ora questo bambino, una volta superato il decorso post-operatorio, potrà avere una vita normale.