Russia e Iran: sicure conseguenze

Russia e Iran: sicure conseguenze

Bruto Chiappetta
Aprile 14, 2018

L'attacco di Amerivca, Gb e Francia in Siria provoca, naturalmente, reazioni a catena.

"I sistemi di difesa aerea siriani sono entrati in funzione: una parte considerevole dei missili da crociera e dei missili aria-terra lanciati sono stati abbattuti mentre si avvicinavano agli obiettivi", ha detto il ministero della Difesa. Gli attacchi sono stati effettuati da due navi della Marina degli Stati Uniti dal Mar Rosso, un gruppo aereo tattico sul Mediterraneo e bombardieri strategici statunitensi B-1B nell'area di Al-Tanf, ha aggiunto il ministero.

"Insultare il presidente della Russia è inaccettabile e inammissibile". "La Gran Bretagna - accusa Corbyn - avrebbe dovuto assumere un ruolo di leadership" per "spingere Russa e Usa a concordare un'investigazione indipendente guidata dall'Onu" sul presunto attacco chimico di Duma, non "seguire le istruzioni" di Trump. Il capo di Stato maggiore delle forze armate americane, Joseph Dunford, sostiene che Washington non ha avvertito in anticipo il governo russo degli attacchi, né ha comunicato gli obiettivi nel mirino, al di là delle normali comunicazioni sulla 'deconfliction'. L'attacco alla Siria è un crimine.

Khamenei, 'Trump, Macron e May criminali' - La guida suprema iraniana, ayatollah Ali Khamenei, ha definito Trump, Macron e May "criminali" dopo l'attacco congiunto di stanotte in Siria.

"E' stata superata la linea rossa", ha dichiarato il presidente francese Emmanuel Macron, twittando la foto del momento in cui ha ordinato l'attacco. Mattis ha indicato che per l'attacco odierno "e' stata utilizzata una quantita' di armi doppia rispetto al 2017". Per strada ci sono caroselli di auto, insieme ai militari che sventolano bandiere siriane, russe e iraniane in segno di vittoria e suonando i clacson delle auto in un atto di sfida. La tv di Stato ha trasmesso in diretta le immagini di una folla di civili mescolata agli uomini un uniforme.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Ricostruzione che l'Iran considera invece montata ad arte: "Gli Stati Uniti e i loro alleati, senza alcuna prova e prima anche di una presa di posizione dell'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (Opac), hanno condotto questa operazione militare contro la Siria e sono responsabili delle conseguenze regionali di questa azione avventurista", ha denunciato il ministero degli Esteri di Teheran. "L'obiettivo di questa operazione - ha dichiarato il ministro - era di distruggere gli strumenti chimici clandestini del regime di Bashar al Assad e, per quanto riguarda questo, l'obiettivo è stato raggiunto".