Apple HomePod: tagliata la produzione per le scarse vendite

Apple HomePod: tagliata la produzione per le scarse vendite

Saba Mula
Aprile 14, 2018

Purtroppo è difficile avere un quadro chiaro sulla situazione visto che Apple non divulga chiaramente le vendite relative ad HomePod, che vengono invece classificate all'interno della categoria "Altri prodotti" che comprende, tra gli altri, anche quelle relative ad Apple Watch, perciò è necessario basarsi sulle stime degli analisti sperando che quantomeno si avvicinino ai numeri reali. Il primo non guadagna vendendo dati dell'utente e offre una qualità audio superiore. Ma si tratta pur sempre di 200 $ di differenza. Oltre il doppio del prezzo. Eppure l'inizio non era stato malvagio: i pre-ordini erano confortanti, a gennaio si era riusciti ad arrivare anche fino al 25% della quota di mercato negli Stati Uniti.

Il mercato degli smart speaker è dominato da dispositivi dotati di prezzi accessibili e con prestazioni media degli altoparlanti, il che è l'opposto di quanto offerto da Apple con il suo HomePod. A causa di ciò, Apple sta cercando di offrire un'alternativa per l'utenza con budget minore, possibile il lancio di un nuovo HomePod economico? Tanto per fare un esempio non esiste la possibilità di usarne due per un suono stereo.

Per questo motivo Apple avrebbe deciso di ridurne la produzione. L'indiscrezione, non confermata, arriva dopo un'analisi di Bloomberg.

Inoltre, Homepod attualmente è più un accessorio per iPhone piuttosto che un'unità autonoma veramente come altri.

Ora questa percentuale non è cresciuta, anzi è calata al 4%. Secondo KGI, lo smart speaker con Siri integrato potrebbe non superare le 2 milioni e mezzo di unità vendute in tutto l'arco del 2018, un risultato a dir poco deludente per Apple. La società dovrebbe ripensare alla comunicazione riguardante il dispositivo, aggiungere più funzioni e probabilmente aprirsi a nuovi mercati nel mondo.