Cadavere

Cadavere "mummificato" in casa, la morte risalirebbe a 7 anni fa

Prospera Giambalvo
Marzo 20, 2018

La porta dell'appartamento in questi anni lui l'aveva sempre vista chiusa, mentre quel giorno era socchiusa.

La casa, in Sestiere Dorsoduro, si presentava in una situazione di degrado generale, sporca e abbandonata, con numerosi alimenti in stato di decomposizione. Al centro della stanza c'era una brandina con sopra il corpo mummificato dell'uomo. Si tratta di un ex professore di origini romagnole ma trapiantato da lungo tempo in centro storico. Sul posto i carabinieri i quali ipotizzano che la salma potrebbe essere quella del proprietario della casa, un 75enne, che risultava essere stato cancellato dall' anagrafe del Comune nel 2013 in quanto irreperibile. Lo stato di scheletrizzazione del corpo è compatibile con un trascorso di diversi anni in un ambiente chiuso. La salma è, tuttavia, stata trasportata presso l'obitorio dell'Ospedale Civile di Venezia a disposizione dell'autorità giudiziaria in attesa dell'esatta identificazione e di reperire qualche parente dell'uomo, che, quanto è stato possibile ricostruire, era un pensionato nubile che oggi avrebbe all'incirca 75 anni. Avrebbe una sorella, anziana, che ora le forze dell'ordine stanno cercando di contattare per far luce sulla vicenda.