Donna uccisa a Reggio Calabria mentre era con l'amante

Donna uccisa a Reggio Calabria mentre era con l'amante

Prospera Giambalvo
Marzo 18, 2018

I colpi di pistola sparati hanno ferito Lo Giudice al braccio e raggiunto la donna alla testa.

Una donna di 48 anni, Fortunata Fortugno, è stata uccisa nella tarda serata di ieri a Reggio Calabria mentre era appartata in auto col suo amante che è stato ferito ad un braccio. Il ferito, Demetrio Lo Giudice (53), coinvolto nell'operazione "Eremo", è ritenuto elemento di spicco dell'omonima cosca di 'ndrangheta.

La coppia per appartarsi ha scelto come luogo il greto di un torrente del quartiere Gallico, un posto che secondo loro avrebbe dovuto nascondere la macchina da occhi indiscreti ma che forse, non rendendosi conto di essere seguiti, si è trasformato nel posto ideale per dei killer che non avevano nessuna intenzione di commettere furti e stupri ma solamente di uccidere. Soccorsa e trasportata agli Ospedali Riuniti dallo stesso uomo, la 48enne è morta prima del ricovero. Attualmente la polizia non esclude alcuna ipotesi, neanche quella del delitto passionale. È la sensazione che si coglie negli ambienti investigativi reggini impegnati a cercare di dare una soluzione al caso. Si cerca ricostruire l'esatta dinamica dell'agguato e, ovviamente, risalire agli assassini. Se a sparare sia stato uno solo o più d'uno, infatti, non è stato ancora accertato.

Omicidio a Reggio Calabria.

Fortunata Fortugno uccisa in auto a colpi di pistola. L'uomo non è parente del collaboratore di giustizia Antonino Lo Giudice.