Inter-Napoli: 0-0, le pagelle dei neroazzurri: Cancelo e Skriniar i migliori

Inter-Napoli: 0-0, le pagelle dei neroazzurri: Cancelo e Skriniar i migliori

Minervino Buccola
Marzo 13, 2018

Il risultato sornione di San Siro, gremito per la celebrazione del centodecimo anniversario della nascita dei neroazzurri, è in realtà un pout pourri di emozioni e calcio, una sorta di inno alla gestione del gioco e dello schieramento posizionale.

Al Meazza di Milano è in corso il posticipo della 28^ giornata di Serie A 2017-18 tra Inter e Napoli, ecco i voti del primo tempo contrassegnato da un grande equilibrio tra le due squadre che si sono annullate a vicenda.

Icardi 6: poco cercato in area ma è comunque sufficiente, cerca di farsi vedere lui quando può, ma anche questa è una partita difficile, sei per l'impegno. Il brasiliano ha giocato un buon primo tempo, definibile il migliore forse prima che nella ripresa Cancelo non si inventasse Roberto Carlos dribblando e gareggiando in velocità con tutto l'out destro del Napoli. L'Inter tiene a bada il Milan, ma non trova il guizzo mentale che avrebbe potuto far parlare di crisi alle spalle, mentre il Napoli sale a quota 70 punti, con la Juventus avanti di una lunghezza e che mercoledì recupererà la partita rinviata contro l'Atalanta.

PEGGIORE NAPOLI: MARIO RUI 5,5 - Evidentemente la brutta partita contro la Roma ha lasciato il segno, qualche incertezza di troppo e la sensazione che stia giocando contratto dalla paura di sbagliare. In attesa della gara qui sotto vi mostriamo le formazioni ufficiali con cui le due squadre scenderanno in campo. La sterilità offensiva palesata alla Scala del calcio non è soltanto colpa del tridente offensivo di Sarri ma anche della compattezza difensiva dell'Inter, che per lunghi tratti ha scelto di difendere a oltranza occupando gli spazi per i soliti inserimenti di Allan e Hamsik. Male anche i tre attaccanti di Sarri, con il solo Insigne a provarci.

Spalletti vuole definitivamente uscire dalla crisi che lo attanaglia da dicembre a questa parte. Insigne e Allan sono quelli che hanno dribblato di più (rispettivamente 6 e 5 volte) ma alla fine, gli 11 tiri del Napoli verso la porta dell'Inter sono avvenuti principalmente da fuori dell'area di rigore.

Handanovic 6: poco da fare per il portiere interista che nelle poche volte chiamato in causa è comunque sempre presente. I giochi di forza sono cambiati, adesso è il Napoli a dover guardare verso l'alto.