Fiorentina-Benevento 1-0, Victor Hugo segna ricordando Davide Astori

Fiorentina-Benevento 1-0, Victor Hugo segna ricordando Davide Astori

Minervino Buccola
Marzo 13, 2018

Un minuto dopo lo scoccare delle 13, il numero 31 (un 13 rovesciato) Vitor Hugo, sostituto designato di Davide Astori, vola in cielo, colpisce la palla di testa e la spedisce alle spalle di Puggioni. Di calcio giocato. Com'è possibile affrontare dal punto di vista sportivo uno shock del genere? È la settima vittoria esterna, un dato eccellente e molto significativo. Nel prepartita della sfida contro la Lazio è stato esposto nel settore distinti lo striscione 'Ciao Davidè.

Poco prima della gara aveva parlato Milan Badelj, che è diventato capitano: "Davide era, è e rimarrà per sempre la nostra luce".

Dopo un minuto di silenzio da brividi si comincia a giocare e la Fiorentina si porta in avanti, il Benevento si copre con attenzione e riparte. "Dobbiamo essere bravi a portarla avanti e far sì che il ricordo di Davide sia sempre presente con noi".

Lei, purtroppo, non è nuovo a una tragedia sportiva, visto che la sua Chapecoense appena due anni fa è dovuta praticamente ripartire da zero. Questa tristissima vicenda ha colpito tutta l'Italia, compresa quella parte che il calcio non lo segue e non lo ama, ma che non è riuscita comunque a trattenere una lacrima davanti alla notizia della sua prematura dipartita. Ecco perché la stanchezza dei giocatori viola aiuta i giallorossi ddel Benevento che sono più pericolosi nel secondo tempo. "Spetta a noi proteggere e custodire il seme lasciato da Davide, affinché possa germogliare e crescere per tutti noi e per un futuro migliore", le splendide parole di Pioli alla vigilia del match di ieri col Benevento. E il decreto Balduzzi (pubblicato sulla Gazzetta ufficiale nel luglio 2013) ha subìto ben 4 rinvii, disposti dal Ministro Lorenzin su pressioni del presidente del Coni Malagò, rinvii costati la vita a decina di atleti che non hanno potuto contare su una fondamentale ancora di salvezza. Ma fin qui, nulla di sconvolgente. La numerologia ci ha messo tanto del suo.

Un po' come accaduto in questi giorni a Firenze. In mezzo al campo un enorme ringraziamento per il capitano che non c'è più. Poi tocca ai giocatori di casa, che si abbracciano mentre piangono. Tutti i tifosi allo stadio alzano le braccia e tengono alto il palloncino bianco e viola. Non si segnalano altre azioni di rilievo. Al 40' ci prova Chiesa con un tiro a giro ma Tosca riesce a deviare in corner. "Un forte abbraccio ai viola e alla famiglia Astori, boa sorte!".