Caso Sarri, arrivano le scuse. Poi il manager si sfoga

Caso Sarri, arrivano le scuse. Poi il manager si sfoga

Minervino Buccola
Marzo 13, 2018

Nella gara di ieri il Napoli non è andato oltre il pareggio nella gara di campionato contro l'Inter, subito il sorpasso dalla Juventus. Ecco le sue parole: "Leggo che qualcuno ha scambiato la battuta di Maurizio Sarri alla giornalista Titti Improta come frase sessista". Botta e risposta: "Dopo il pari contro l'Inter, lo scudetto è compromesso?". "Sei una donna, sei carina e non ti mando a fare in culo per questi due motivi". Il video è diventato un caso sui social in queste ore con una valanga di critiche al tecnico del Napoli. Nel posticipo di domenica sera della 28/a giornata di Serie A a San Siro la sfida tra nerazzurri e partenopei è terminata a reti inviolata con gli azzurri che non riescono più a trovare la via del gol con facilità. A quel punto, come riporta l'Ansa, Sarri si è scusato. "E anche dopo Inter-Napoli il clan ha continuato a scurreggiare con la bocca/tastiera/penna". "A telecamere spente - aggiunge Ottavio Lucarelli, presidente dell'Ordine - Sarri si è poi scusato, ma rimane la gravità della sua risposta che segna non solo il gergo volgare dell'allenatore, ma il suo disprezzo verso la stampa e verso le donne".

L'agente di Maurizio Sarri, Alessandro Pellegrini, è stato intervistato anche nella trasmissione di Sportitalia, Monday Night. "C'è mancato poco per buttarla dentro, ma a livello di applicazione e attenzione la squadra ha fatto bene". Per me è tutto risolto, spero di poter offrigli una pizza a fine stagione. "E questo fa ancora più male".