Buffon in lacrime al minuto di raccoglimento per Astori

Buffon in lacrime al minuto di raccoglimento per Astori

Minervino Buccola
Marzo 13, 2018

Intervenuto Fondazione Mirafiore a Serralunga d'Alba (Cuneo), il capitano della 'Vecchia Signora' ha parlato così del suo avvenire. Il ricordo di Buffon prosegue così: "Davide era uno che riusciva a farsi apprezzare da tutti, conosceva i propri limiti e le proprie virtù".

Il numero uno della Juventus ha espresso le sue sensazioni: "Finché ho voglia di soffrire, di combattere, andrò avanti - le sue parole nel corso di un evento -". Nei primi anni della mia carriera mi ha motivato la passione, mentre ora il mio principale obiettivo è quello di combattere per un obiettivo sempre più grande.

"Dovrò capire, insieme alla società, a che livello di energie sarò e se potrò continuare oppure no". Partendo dalle emozioni vissute giovedì scorso, quando a Firenze sono stati celebrati i funerali di Davide Astori: "Andare a Firenze per noi juventini non è mai semplice". Il portiere della Juventus, che dopo la partita di Champions League contro il Tottenham è subito volato a Firenze per i funerali, è tornato a parlare degli applausi che i tifosi viola hanno dedicato a lui e alla delegazione bianconera all'arrivo in Piazza Santa Croce. "Penso di essere stato sempre serio ed altruista, mettendo davanti il bene del gruppo". La nostra presenza lì li ha fatti sentire meno soli e questo mi ha reso orgoglioso. "Era l'ultimo saluto non a un mio grande amico, ma una delle più belle persone nelle quali mi sono imbattuto nello sport".