Attacco contro il premier palestinese a Gaza: l'Anp accusa Hamas

Attacco contro il premier palestinese a Gaza: l'Anp accusa Hamas

Prospera Giambalvo
Marzo 13, 2018

Gaza. Un'esplosione si è verificata nei pressi del convoglio del primo ministro palestinese Rami Hamdallah, di Al Fatah, mentre si trovava all'altezza di Beit Hanun, all'ingresso nella striscia di Gaza. Secondo i media locali, il premier palestinese e il capo dell'intelligence sono rimasti illesi. Lo hanno riferito fonti della sicurezza e testimoni. Secondo le prime informazioni, a esplodere sarebbe stata una mina artigianale posta ai margini della strada di ingresso a Gaza. Secondo l'agenzia Maan, ci sono però sette feriti dall'esplosione, di cui due passanti gravi.

Dopo cinque mesi di assenza Hamdallah aveva deciso di tornare oggi a Gaza - Dopo cinque mesi di assenza Hamdallah aveva deciso di tornare oggi a Gaza, anche su pressione della diplomazia egiziana, per tentare di rilanciare la riconciliazione con Hamas. Hamdallah doveva visitare un centro di purificazione di acqua e poi in programma c'erano dei colloqui a Gaza City con dirigenti di Hamas.

Concentrandosi interamente su Hamas, l'alto funzionario ha dichiarato che l'amministrazione Trump si è impegnata "a trovare una via per un futuro più luminoso per i palestinesi di Gaza", che, ha affermato Greenblatt, "hanno l'opportunità di respingere le politiche fallite di Hamas". Malgrado l'attacco, Hamdallah non ha finora alterato la prima parte della visita.

La presidenza dell'Anp, l'Autorità nazionale palestinese, ha emesso un comunicato dove accusa Hamas di essere "responsabile del vile attentato contro il convoglio di Hamdallah" e per affermare che "tuttavia il dialogo tra Anp e Hamas continua".