È morto Giampiero Maracchi, presidente dell'Accademia dei Georgofili

È morto Giampiero Maracchi, presidente dell'Accademia dei Georgofili

Prospera Giambalvo
Marzo 12, 2018

E' morto Giampiero Maracchi, noto climatologo di fama internazionale, nonchè Presidente dell'Accademia dei Georgofili. Da tempo malato, è stato attivo fino all'ultimo come presidente dell'Accademia, che guidava dal 2014, e come vicepresidente fondatore dell'Osservatorio dei Mestieri d'Arte, associazione di 15 Fondazioni Bancarie italiane nata in seno alla Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, impegnata nella salvaguardia e nella promozione dell'artigianato artistico. "Apprezzavo soprattutto del professor Maracchi - prosegue Nardella - la grande capacità divulgativa, il saper spiegare con parole semplici e comprensibili a tutti temi complessi come la climatologia e la meteorologia, scienze che proprio negli ultimi anni hanno assunto sempre più importanza nella nostra vita quotidiana". Auspico che d'intesa con i familiari e con l'Università troveremo un modo per ricordare la sua autorevole figura.

Per il presidente di Confagricoltura Toscana, Francesco Miari Fulcis, "il mondo agricolo perde un amico e un grande alleato", "l'agricoltura perde nel professor Maracchi un amico e un alleato fedele che mai ha fatto mancare il suo supporto negli anni trascorsi in qualita' di presidente dell'Accademia dei Georgofili. Da parte di tutta Confartigianato l'abbraccio alla famiglia e agli amici di Oma".

Scienziato di fama internazionale, Maracchi è stato fondatore e direttore dell'Istituto di Biometeorologia del Cnr, fondatore e presidente del Laboratorio di Monitoraggio e Modellistica Ambientale per lo sviluppo sostenibile (Lamma), ed è stato autore di oltre 450 lavori scientifici su qualificate riviste nazionali ed internazionali e numerose pubblicazioni tecniche e didattiche, oltre ad aver ricevuto numerosi riconoscimenti a livello nazionale e internazionale. Così Alessandro Sorani, presidente di Confartigianato Firenze sulla scomparsa del climatologo. L'intuizione che ebbe circa l'introduzione applicata dell'informatica in agricoltura ha aperto la strada a quello che si sta realizzando nel settore. In tutto il periodo del mio impegno in Regione il professor Maracchi è stato un prezioso punto di riferimento, sempre disponibile a collaborare ad ogni scelta o azione riguardante le questioni climatiche ed il loro impatto sull'agricoltura.