Corruzione e voto di scambio, perquisizioni in corso: scandalo pre elezioni?

Prospera Giambalvo
Febbraio 15, 2018

Le perquisizioni sono frutto di parte di una inchiesta video di Fanpage.it che riguarda il ciclo dei rifiuti, durata 6 mesi e che sarà pubblicata nelle prossime ore.

Le forze dell'ordine su delega della Procura di Napoli stanno perquisendo uffici che fanno riferimento all'esponente politico Luciano Passariello, attuale consigliere regionale in Campania nonché candidato alla Camera dei Deputati come capolista di Fratelli d'Italia a Napoli. Fanpage - si legge in una loro nota - ha documentato una serie di attività che coinvolgono alcuni esponenti politici, quasi tutti candidati alle elezioni politiche del prossimo 4 marzo, in vari schieramenti. Sarebbero una decina gli indagati di un'inchiesta coordinata dal procuratore capo Giovanni Melillo, dall'aggiunto Giuseppe Borrelli e dai sostituti Ivana Fulco, Celestina Carrano, Sergio Amato, Ilaria Del Verme ed Henry John Woodcock.

Passariello è componente in Consiglio regionale delle commissioni Anticamorra e Bonifiche-ecomafie, nonché presidente della commissione di inchiesta che si occupa proprio delle aziende partecipate da Palazzo Santa Lucia. Nell'indagine sarebbero coinvolti alcuni esponenti del centrodestra anche se non si ancora a che titolo.

Rifiutopli scuote la campagna elettorale partenopea. Il presunto illecito che ha fatto scattare le perquisizioni, secondo quanto trapelato da ambienti investigativi, consisterebbe in somme di denaro - non si sa se promesse o versate - in cambio di un appalto presso la Sma, provenienti da un imprenditore ritenuto legato a un clan di camorra.