Massacrato di botte davanti a un parco giochi, uomo assassinato a Capoterra

Massacrato di botte davanti a un parco giochi, uomo assassinato a Capoterra

Prospera Giambalvo
Febbraio 14, 2018

Vincenzo Crisponi, 56 anni, è stato massacrato di botte e ucciso nel centro di Capoterra, in provincia di Cagliari. Sul posto è subito arrivata un'ambulanza. I medici hanno tentato a lungo di rianimarlo, ma non c'è stato nulla da fare. In via Satta sono intervenuti i carabinieri che hanno transennato la zona e avviato le indagini. Ancora non è chiaro se ad aggredirlo sia stata una sola persona o due.

Lo hanno bloccato in sella al suo scooter, dicendo che li aveva investiti, e una volta fermo lo hanno colpito con calci e pugni, arrivando a ucciderlo.

Si è fermato vicino a loro, ha parcheggiato il motorino, ma non avrebbe però avuto il tempo nemmeno di dire una parola e togliersi il casco che Siddi si sarebbe scagliato contro di lui. Alcuni passanti hanno visto Crisponi agonizzante a terra e hanno chiamato il 118. Sono in corso dai parte dei carabinieri serrate investigazioni volte ad accertare dinamica e movente.

Otto sono gli interventi che, nelle ultime ore, sono stati portati a termine con l'impiego delle unità cinofile e hanno portato al sequestro di 109 grammi di hashish, 10,5 grammi di marijuana, 0,3 di cocaina, 0,4 di eroina e tre spinelli. I militari adesso stanno cercando di ricostruire tutta la vicenda e stabilire le ragioni della lite.